la meccanica del cuore

Jack mi fa sempre regali azzeccatissimi. Non sempre si tratta di libri e questo è il fatto interessante, perché con me vai sul sicuro se mi regali un libro. Certo, si tratta spessissimo di libri, il più delle volte sono libri, e io sono felice. La cosa fantastica tra le altre cose è che Jack non mi fa di questi regali per San Valentino, perché infondo né a lui né a me piace molto la storia del regalo-per-san-valentino.

Questa è la norma, ma c’è sempre una prima volta. Così Jack si è ritrovato tra le mani un libro Feltrinelli di quelli a cui non puoi dire di no per svariate ragioni: a copertina bella che ricorda un quadro di Max Ernst (a me), o un film di Tim Burton (a lui); oppure la trama onirica e surreale; oppure la biografia dell’autore che in un tempo ormai andato ho pure conosciuto ad un concerto rock, a Montpellier. Quante storie racconta un libro?

Millemila! Questa ad esempio è la storia de La meccanica del cuore, di Mathias Malzieu.

La meccanica del cuore di Mathias Malzieu frasi

DA MONTPELLIER CON AMORE

Mathias Malzieu, l’autore di questo libriccino, è originario di Montpellier, un’allegra cittadella nel sud della Francia in cui per qualche mese, quando ero giovine, ho vissuto. Montpellier è un mondo incantato, una città in cui l’oriente e l’Occidente convivono pacificamente, una città popolata da studenti Erasmus, zeppa di arte e librerie e vicoletti da esplorare. Montpellier è stata una parentesi colorata e felice e indimenticabile.

Una sera di tanti anni fa insieme ai mie compagni di Erasmus siamo andati ad ascoltare un concerto rock, rigorosamente in francese, a la Corounne. Quella sera suonavano i Dionysos. Mathias Malzieu è il loro frontman e cantante e ho un bel ricordo di quella serata in cui ho imparato che 1. i francesi sanno essere goliardici come i tedeschi e 2. che il rock in francese fa cagare ma almeno fa ridere.

L’idea che uno di Montpellier abbia scritto un libro che sembra uscito dalla penna di uno di Edimburgo, dove poi la storia è ambientata, mi fa un sacco sorridere. Quando poi ho anche ricostruito tutta questa storia in cui si sono incrociati diversi passati, allora il libro l’ho apprezzato un pochino di più, ecco.

LA TRAMA IN BREVE

Lo stile è francese in tutto: frasi secche, immagini immediate, pochi fronzoli. Ma l’aria che si respira in questo racconto è quella gotica del primo Tim Burton (c’è scritto anche sulla quarta di copertina, e per la prima volta una quarta di copertina non mente oh!).

In che senso? Beh, nel senso che c’è un tizio, il ragazzo protagonista, che ha un cuore artificiale, un orologio a cucù. E questo tizio un giorno di innamora si una ballerina andalusa, che sembra uscita da un carillon di fine secolo. E c’è anche un piccione viaggiatore, che però perde le lettere strada facendo. E poi… poi cari miei c’è George Méliès e che ve lo dico a fare? In questo racconto compare il padre del cinema francese (per me è lui il padre del cinema francese, non rompete con i vostri Mereghetti!). E da qui ha inizio una fiaba moderna che secondo me dovreste assolutamente leggere.

 

FRASI BELLINE DA LA MECCANICA DEL CUORE

Io ho una specie di difetto legato alla mia passione per la lettura: riesco a dimenticare completamente un libro letto, anche se bellissimo perché ho difficoltà a fissare nella mia mente trame, personaggi e descrizioni. Col tempo ho capito che per me è più semplice ricordare qualcosa procedendo per similitudine oppure per flash. Così ho compreso che sono quel tipo di lettore che riesce a ricordare una trama o un personaggio a partire dalle citazioni.

È stato allora che ho iniziato a sottolineare i libri (sacrilegio!) e addirittura a scrivere le frasi più belle su una vecchia agenda che custodisco gelosamente!

Ecco, tra le frasi de La Meccanica del cuore che più ho apprezzato e che mi aiuteranno a ricordare questo libro in futuro, c’è questa:

citazione-la-meccanica-del-cuore-frasi
Citazione e intro da La meccanica del cuore

Dunque, ve lo volete fare un bel regalo di San Valentino quest’anno, anche se festeggiate San Faustino? Anche se a voi non ve ne frega un bel niente di San Valentino?

Bene!!! Regalatevi La meccanica del cuore allora!

Salva