Christmas tree and gifts

Natale. Meno pochi giorni.

Tra le millemila attività pseudo lavorative svolte durante il mese di dicembre 2012 (che deus gratia sta per concludersi!), ce n’è una alquanto divertente e per me gratificante. Ovvero? Ovvero l’impacchettamento di doni natalizi per conto di una certa associazione, che mi sta pure parecchio a cuore. E non sono ironica, loggiuro! Su queste cose non scherzo mica!

L’occasione è sociologicamente rilevante ai miei occhi: sul tavolaccio da impacchettamento, infatti, sono passati come sul nastro scorrevole del ristorante giapponese, decine di doni natalizi destinati al più svariato e ignaro amico-fratello-sorella-zio-cugino-cane-gatto-madre. La rilevanza sociologica in cosa sta? Beh, nell’osservare i comportamenti tipo dei donatori, la tipologia di regalo scelto e una serie d’altre cosette che ho deciso di riassumere in un bel quadrato semiotico (Siori, il mio primo quadrato semiotico, attention s’il vous plait!). Quasi 10 anni di cazzi e mazzi a Comunicazione, ecco a cosa sono serviti! E gualà, il suddetto quadrato semiotico!

Il quadrato semiotico dei regali di Natale

Quadrato semiotico dei regali di Natale 2012
Quadrato semiotico dei regali di Natale 2012

Concludo l’esperienza con un aneddoto/domanda: una certa famiglia d’alto borgo (madre trucco&parrucco + pelliccia in stile Crudelia Demon, padre panciuto con sciarpetta all’ultimo grido e due adolescenti isterici al seguito, con manie d’adultità precoce), portano al cospetto del tavolaccio una MONTAGNA di doni per Elisabetta, Marco, Luigi, Cristina e chi cavolo si ricorda più i nomi! La prima, Elisabetta, è stata graziata da un dono di valore inestimabile: IL COFANETTO DI 50 SFUMATURE DI GRIGIO, che poi sarebbe composto da 3 titoli appunto, trattandosi di un cofanetto, e cioè 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di rosso e 50 sfumature di nero.

Epperché? Esiste pure un cofanetto?

Io sono sinceramente, sinceramente attonita (sì, attonita, come la terra ne Il 5 maggio di Manzoni, attonita), sono attonita all’idea che esista addirittura una trilogia d’una roba simile, ma soprattutto all’idea che una famiglia a Natale regali alla cara Elisabetta ‘na roba che pare uscita dalle mani di Larry Flynt. E per carità, sarà la trilogia migliore del mondo (anche se a me le saghe fanno un po’ cacher), epperò a Natale… Non so!

Risultati della ricerca google per 50 sfumature di grigio
Risultati della ricerca google per 50 sfumature di grigio

Ettantiauguri dai!

Salva