libri e tatuaggi

I libri gotici, insieme agli anfibi, ai poster e ai pipistrelli fanno parte della mia adolescenza nera ma restano amori vivi, nonostante tutto.

Insieme ai libri e ai gatti. Of course! Ma cosa cosano i libri gotici con una trentenne sgangherata che leggere saggi e fumetti e anche castronerie editoriali perché tutto merita una letta? Riavvolgiamo il nastro:

Ho un fratello adolescente e come tutti gli adolescenti con fratelli e sorelle nati negli anni Ottanta, mio fratello è uno dei millemila ragazzi metallurgici con una collezione di T-shirt degli Avenged Sevelfold da far invidia al signor cantante degli Avenged Sevenfold. Come tutti gli adolescenti però mio fratello ha anche un difetto (oltre quello di ascoltare un gruppo come gli Avanged Sevenfold): ha la librite. Quando vede una pagina bianca ha attacchi di ansia, strabuzza gli occhi, inizia a parlare in aramaico e infine cade al suolo stecchito con le gambe all’aria, come faceva la bon’anima di Fufi, il primo cane domestico ufficiale di casa McFriend, quando era in vena di giochi e flufferie.

Oh povero il mio fratellide! Per salvarlo le abbiamo provate tutte. Mio padre, sant’uomo, è anche quasi giunto al compimento della titanica impresa! Quando a Natale son tornata a casa dei miei per le ferie, infatti, il mio giovine fratellide mi è venuto incontro scodinzolando e in un impeto di abbracci mi ha detto “Sorellide! Sai????? Ho letto un libro!”.

Un libro. TU hai letto un libro? Ma questo è un giorno epico! Ma questo è un giorno gioiglorioso! Stappate quella bottiglia di Pinot del 1976 che tenete sulla credenza, presto! “Fratellide”, ho esclamato, “E dimmi, quale libro?” perché io viggiuroché ero assai curiosa e speravo pure fosse qualcosa che io stessa avessi già letto, così avremmo potuto discuterne. E non solo! Avremmo potuto scrivere insieme una recensione, avviare un caffè letterario a tema, contattare l’autore e proporgli una partnership editoriale… stoooop! Freni alla fantasia. Del resto il mio adolescente fratello è pur sempre un adolescente che ha appena letto un libro, il primo libro della sua vita: sarà stanco, sconvolto da questa sovrumana impresa. Meglio non stressarlo troppo, orsù!

Ebbene, la questione resta comunque che io quel libro l’avevo letto, ahime. “Sorellide”, m’ha detto, “Ho letto Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino! Ma è bellissimo! L’ho letto tutto in una notte!”.

iene

Ecco. Lui dice di aver letto un libro. Per me è come dire che ha letto l’etichetta del bagnoschiuma.

La cosa più sconcertante però è un’altra: questo cavolo di libro continua a far presa sugli adolescenti della famiglia McFriend, e non solo, come neanche i fumetti di Topolino accatastati sul termosifone dietro la tenda del bagno! Il perché è ragione a me ignota, ma credo c’entrino robe tipo il fascino del proibito, l’idea che uno come Detlef sia figo perché non guarda in faccia nessuno pur di conquistare quella fannullona di Christiane, il gusto per l’esotico perché chiaramente Berlino è un mondo diverso e lontano per un adolescente di provincia che no, non trascorre le sue estati a sciacquettarsi nell’Oceano Indiano, ma piuttosto va a fare un mese al mare coi nonni ed è già tanto se riesce a fumarsi una sigaretta di nascosto. L’unica cosa certa comunque, è che questo libro contiene l’ABC delle 3 (di numero) robe che un adolescente si aspetta di trovare in quello che forse sarà l’unico libro che leggerà nella sua vita:

  • Sesso
  • Droga
  • Rock n’ roll

Orbene, la scelta è vasta perché da Cinquanta sfumature di grigio fino all’autobiografia di Justin Bibier ci son mille modi per far felici i vostri scriteriati figli con libri di merda che rispettino questo ABC. Poiché io figli non ne ho, e se li avessi di certo non gli farei capitare tra le mani nessuno di questi libri, ‘che a farsi del male ci pensano da soli ‘sti ragazzini di oggi, il problema non mi si pone, ma vi capisco. Capisco mia madre quando ancora oggi disperata supplica mio fratello di leggere un libro. Un consiglio?  Non stressateli, tanto faranno sempre il contrario di quel che gli imporrete.

la-mente-paracadute-einstein-frasi

Una lista di libri gotici per i vostri figli borchiati

Piuttosto armatevi di santa pazienza e fate misteriosamente comparire nelle vostre case una serie di libri gotici per ragazzi metallurgici che dovreste far leggere a vostro figlio, perché il passo tra un teeneger che ascolta gli Avangend Sevenfold e un teenager che legge libri gotici e horror è quasi sempre un passo breve e obbligato. In puro ordine d’apparizione nella mia libreriada adolescente amante dei vestiti neri:

1. Dracula, di Bram Stocker

Prima fategli vedere il film, poi fatelo concentrare sulla Bellucci in quel frame di 5 secondi in cui impersona se stessa nelle vesti di una succube, infine invitatelo alla lettura del libro gotico per eccellenza, spiegandogli che a metà proprio a metà c’è lei, la Bellucci, ma che la scena della succube nel libro è più articolata e meglio descritta perché si sa, il libro supera sempre di gran lunga il film. Questo, a dir la verità, è uno dei rari casi inversi in cui personalmente gradisco di più il film, ma è un’opinione giacché non amo il genere epistolare.

2. Frankenstein, di Mary Shelley

Da far leggere rigorosamente d’inverno mentre fuori impazza una tempesta, con gli amici e senza genitori in casa. Non perché sia apostrofato come il primo romanzo gotico della storia (infatti non lo è, vedi punto 3), ma semplicemente perché in quanto libro gotico ha dato i natali a un sottogenere letterario unico da cui il cinema e la letteratura di ogni tempo prenderanno spunto. E’ geniale, insomma.

3. Carmilla, di Joseph Sheridan Le Fanu

La prima donna vampiro della storia della letteratura. Il primo libro gotico della storia della letteratura gotica! E per giunta una vampira bambina innamorata di un’altra bambina. Questo è, secondo me, il libro capolavoro nella storia della letteratura gotica ma pochi lo sanno. Forse nemmeno voi e quindi dovreste leggerlo pure voi adulti e vaccinati, perché Carmilla, Millarca, Mircalla o come diavolo vorrete chiamarla voi saprà inquietarvi come solo Samara Morgan è riuscita a fare.

4. Il Vampiro, di Jhon Polidori

Breve, brevissimo, tant’è che se siete fortunati lo troverete nella versione 100 pagine 1000 lire in qualche polveroso Libraccio. La brevità è la prima argomentazione da usare per propinarlo all’adolescente di turno, una leva che funziona sempre di fronte alla svogliataggine dei 15 anni. Tutto il resto è polvere e sangue.

5. Il castello di Otranto, di Orace Wolpole

Tu leggi il libro e io poi ti porto a visitare il castello ad Otranto, in Salento, perché, sai, quel castello esiste per davvero e certe cose, se ci credi, potrebbero essere accadute veramente. Un viaggio in cambio di un libro mi sembra un buon compromesso, o no? Tutto il resto è spettri, orridi spettri in stile shakespeariano e un castello pugliese che guarda il mare, il quale in verità ne avrà viste davvero di ogni.

6. Lo strano caso del dottor Jekyll e di Mr. Hyde, di Robert Louis Stevenson

Una delle storie gotiche più belle di sempre in cui c’è tutto quello che Stephen King non potrà mai immaginare perché sì, tutti i 459 titoli di Stephen King potrebbero ben rientrare in questa lista ma sapete qual è la mia opinione su di lui? No? Deducetela da questo sketch tratto da I Griffin 😉

7. Intervista col vampiro, di Anne Rice

E qualsiasi altro libro di Anne Rice, magari anche in inglese se vogliamo essere audaci. Io sfido le vostre figlie a resistere al fascino di Lestat.

8. Edgar Allan Poe, qualsiasi titolo, qualsiasi raccolta di racconti o poesie

Questo nome si eleva sopra gli altri senza bisogno d’aggiungere altro se non una parola: oppio, ovvero la B dell’ABC di cui sopra. Il genio di Poe sta (anche) nel suo essere stato un uomo allucinato dai propri incubi tanto quanto Kurt Cobain da se stesso, solo meno sgrammaticato.

9. Howard P. Lovecraft, qualsiasi opera, qualsiasi stralcio, qualsiasi incubo

Colui che ha inventato il concetto di mostruoso prima di Marilyn Manson. Sogni l’uomo nero? Hai paura dei mostri? Ti spaventa il din don delle campane della chiesa di fronte? Hai la fobia delle forbici nel panino di Sio? Lovecraft ti spiegherà l’origine dei tuoi turbamenti.

marilyn-manson-with-cat-peggio-dei-libri-gotici

10. (ahime) Twilight, di nonsonemmenocomesichiama Stephenie Meyer

Mi rifiuto di continuare a leggerlo ma son sicura che anche per questo libro valga il discorso fatto al punto 1, con l’attenuante che non c’è riparo! Libro o film che scegliate, faranno cagare entrambi. Questa volta l’invito alla lettura è per le vostre figlie adolescenti e ribelli che si sentono Lady Gaga nel cuore. Sì, va bene, siete arrabbiate e cattive ragazze, ma qui stiamo parlando di vampiri che sbrilluccicano, mica pepi e patate insomma.

Questa lista di libri gotici per adolescenti arrabbiati si conclude qui ma potrebbe dilungarsi all’infinito e includere anche decine e decine di fumetti gotici e horror! In verità contiene un po’ tutta la roba che ho letto di notte tra i miei 13 e i 17 anni, ma contiene anche i fondamenti della letteratura horror fatta eccezione per Twilight anche se pure questo libro ha un suo perché letterario giacché ha reinventato, in maniera pessima, la figura del vampiro. Eppure, questo libro, ha anche avuto il merito di avvicinare orde di ragazzine analfabete alla lettura, ergo un merito lo ha e non ci possiamo esimere dal riconoscerglielo. Tuttavia, poiché ho recentemente scoperto d’essere una grammarnazi (che significa una dell’Accademia della Crusca 2.0), temo d’esser anche una classicnazi (una purista della letteratura di genere) ragion per cui professo questa religione: per salvaguardare la salute mentale dei ragazzi metallurgici è bene proporgli almeno uno se non tutti e 10 questi titoli horror, ‘che l’horror piace per partito preso nonostante si inquietino di fronte alla scena della bambina che vomita non si capisce se un Blob o uno Slimer dei Ghostbuster ne l’Esorcista. Riusciremo a salvare i giovani dalla piaga di Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino?

  • A parte “Intervista col Vampiro” li ho letti tutti.
    Sì, anche Twilight, tutti e quattro… per vedere se finalmente le azzannasse il dannatissimo collo e… Non spoilero, non si sa mai 😛

    • La verità vera? L’ho iniziato pure Twilight ma proprio no, non ce la fò XD
      Comunque la “nostra” letteratura gotica ha fatto la storia, non si discute u___U