it il pagliaccio in una scena da carnevale horror

Che? Il proverbio non dice così? E chi ve l’ha detto?

A Carnevale ogni detto vale quindi se voi siete tutti presi dalle mascherine, i dolcetti tipo le chiacchiere o la pignolata di mia nonna, che è un dolce tipico di nonna McFriend appunto, e altre cose carnascialesche tipo il cerone per travestirvi da IT, il pagliaccio più pauroso della storia del cinema, le parrucche bionde per essere Marilyn di Marilyn Monroe (non Manson, quello è il costume per Halloween ragazzi!), o… buh, che ne so? Da cosa vi vestite quest’anno?

LIBRI A TEMA SUL CARNEVALE

Io beh, sappiate che son presa da altre cose e il Carnevale lo festeggio così: con una bella lista della spesa di libri a tema. Per voi cari, mica per me che li ho già letti eh! Trallallà, accattativilli!

la-fattoria-degli-animali-george-orwell-libro-copertina

La fattoria degli animali di George Orwell

Cioè, quale miglior rappresentazione simbolica del  Carnevale? Uomini che diventano maiali, maiali che diventano uomini, cavalli saputi e cani fedeli. Orwell sì che ci aveva visto lungo! Almeno una volta nella vita voglio dare una festa a tema. Siete tutti invitati e dovete venire vestiti da personaggi di Orwell. Su che è divertente!

Il Maestro e Margherita by Michael Bulgakov

Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov

Questa poi non è solo la rappresentazione del Carnevale per eccellenza, un mondo fatto di ruoli invertiti e follie che nemmeno al Carnevale di Ivrea, ma è proprio l’ambiente perfetto per un Carnevale alla Labyrinth: c’è la parata delle mascherine, c’è il fasto dei costumi lussosi, paiettes, piume, capelli impomatati, c’è la sregolatezza dell’umano che cerca di superare i suoi limiti. E’ proprio la parodia della vita questo libro e racconta di come l’umanità si sempre ben disposta a svendersi al male minore (!) pur di raggiungere il potere. La fiera delle buffonerie insomma!

 

alice-nel-paese-delle-meraviglie-libro-lewis-carroll

Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll

La tradizione vuole che il Carnevale sia la festa in cui ogni ordine viene sovvertito ed ogni regola può essere violata come nel sottomondo di Alice dove “tutto ciò che è non sarè e tutto ciò che è sarè!”, ve la ricordate no? Ecco, a Carnevale grandi e bambini si costruiscono la loro wonder land, una terra di nessuno e di tutti in cui ciascuno può indossare la maschera che più gli pare. Questo è il libro manifesto de Carnevale: leggetelo ai vostri bambini ed insegnategli che la fantasia è l’arma più preziosa che abbiamo per essere felici!

 

Satyricon-Petronio-libro

Satyricon di Petronio

Lo so, siccome è un classico della letteratura latina la sola idea di leggerlo vi sembra una ramazzata sul collo… e invece no! Se a me al primo anno di liceo classico avessero fatto leggere Petronio mi sarei fatta tante ma tante di quelle risate che nella vita alla fine sarei diventata una latinista. Questo è il libro dell’ironia. Voi pensate di aver riso di cuore durante l’ultima puntata di Zelig? Bene, non avete mai riso invece, se non avete letto il Satyricon. Questo libro per me rappresenta lo Spirito del Carnevale, l’allegria e quel riso isterico senza ragione che vi si stampa sulla faccia dopo mezzo litro di vino rosso. Ma anche senza il vino rosso, per Bacco!

 

Et vous?

Salva