Christmas tree and gifts

A Natale puoi (solo a Natale però)

Natale. Meno pochi giorni.

Tra le millemila attività pseudo lavorative svolte durante il mese di dicembre 2012 (che deus gratia sta per concludersi!), ce n’è una alquanto divertente e per me gratificante. Ovvero? Ovvero l’impacchettamento di doni natalizi per conto di una certa associazione, che mi sta pure parecchio a cuore. E non sono ironica, loggiuro! Su queste cose non scherzo mica!

L’occasione è sociologicamente rilevante ai miei occhi: sul tavolaccio da impacchettamento, infatti, sono passati come sul nastro scorrevole del ristorante giapponese, decine di doni natalizi destinati al più svariato e ignaro amico-fratello-sorella-zio-cugino-cane-gatto-madre. La rilevanza sociologica in cosa sta? Beh, nell’osservare i comportamenti tipo dei donatori, la tipologia di regalo scelto e una serie d’altre cosette che ho deciso di riassumere in un bel quadrato semiotico (Siori, il mio primo quadrato semiotico, attention s’il vous plait!). Quasi 10 anni di cazzi e mazzi a Comunicazione, ecco a cosa sono serviti! E gualà, il suddetto quadrato semiotico!

Il quadrato semiotico dei regali di Natale

Quadrato semiotico dei regali di Natale 2012
Quadrato semiotico dei regali di Natale 2012

Concludo l’esperienza con un aneddoto/domanda: una certa famiglia d’alto borgo (madre trucco&parrucco + pelliccia in stile Crudelia Demon, padre panciuto con sciarpetta all’ultimo grido e due adolescenti isterici al seguito, con manie d’adultità precoce), portano al cospetto del tavolaccio una MONTAGNA di doni per Elisabetta, Marco, Luigi, Cristina e chi cavolo si ricorda più i nomi! La prima, Elisabetta, è stata graziata da un dono di valore inestimabile: IL COFANETTO DI 50 SFUMATURE DI GRIGIO, che poi sarebbe composto da 3 titoli appunto, trattandosi di un cofanetto, e cioè 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di rosso e 50 sfumature di nero.

Epperché? Esiste pure un cofanetto?

Io sono sinceramente, sinceramente attonita (sì, attonita, come la terra ne Il 5 maggio di Manzoni, attonita), sono attonita all’idea che esista addirittura una trilogia d’una roba simile, ma soprattutto all’idea che una famiglia a Natale regali alla cara Elisabetta ‘na roba che pare uscita dalle mani di Larry Flynt. E per carità, sarà la trilogia migliore del mondo (anche se a me le saghe fanno un po’ cacher), epperò a Natale… Non so!

Risultati della ricerca google per 50 sfumature di grigio
Risultati della ricerca google per 50 sfumature di grigio

Ettantiauguri dai!

Salva

virginiamcfriend

Scrivo cose e fotografo gente per lavoro ma anche no. Vivo a Sud per scelta e mangio la cipolla cruda. Presto diventerò un'allevatrice di gatti neri, nel mentre leggo molti libri, racconto storie belle di Calabria e continuo a stupirmi della poesia delle cose.